1. I prodotti Philadelphia sono adatti ai Vegetariani/vegani?

I nostril prodotti adatti ai vegetariani sono segnalati da un apposito simbolo. Troverai il simbolo sulle confezioni. Philadelphia non è utilizzabile dai vengani poiché deriva da prodotto di origine animale (latte).

2. Com’è fatto il Philadelphia?

I principali ingredient sono: latte, panna e addensanti. A volte vengon aggiunti altri ingredient come aglio e erbe.

3. Sono incinta, posso mangiare Philadelphia?

Philadelphia è un prodotto pastorizzato. Alle donne incinte viene consigliato di non mangiare formaggio non pastorizzato.

4. Philadelphia contiene grano, uova, soia?

Philadelphia per sua natura contiene latte, ma non contiene noci, grano, uova o soia.

5. Philadelphia contiene glutine?

Philadelphia non contiene glutine.

6. Perché a volte troviamo acqua sulla superficie di Philadelphia?

Il liquido chiaro che a volte si forma sulla superficie di Philadelphia, deriva da una sineresi and è alquanto normale. Questa è una innocua separazione del liquido dal formaggio e non influenza in nessun modo il gusto di Philadelphia. Il liquido può essere mescolato con il Philadelphia oppure eliminato se preferite.

7. Utilizzate ingredienti geneticamente modificati?

Non utilizziamo ingredienti geneticamente modificati. Noi utilizziamo solo ingredient che rispettano I nostril severi criteri di sicurezza e qualità. Tutti i nostri ingredienti sono conformi a tutte i requisiti legali e rispondono alle esigenze e preferenze dei nostri clienti e consumatori.

8. Quanti grassi/sale/calorie ci sono nel Philadelphia?

Per essere aggiornati sulle informazioni nutrizionali si raccomanda di leggere le etichette sulle confezioni o consultare il presente sito.

9. Come viene prodotto il Philadelphia?

Prima di tutto, viene testata la qualità e la purezza del latte. Il latte viene pastorizzato per eliminare ogni tipo di micro-organismo dannoso, poi omogenizzato comprimendolo attraverso dei buchi fini per assicurare che i grassi siano correttamente distribuiti. Il latte viene successivamente raffredato prima di passare allo step successivo.Il latte necessita di avere un certo livello di acidità per consentire di fermare la crescita dei batteri nel formaggio finito. Per questo motivo viene lievemente riscaldato prima che venga applicata una coltura starter necessaria per inacidire il latte.Ora è il tempo di fermentare il latte. Un’altra coltura starter viene aggiunta per agire sullo zucchero naturale (lattosio) presente nel latte e trasformarlo in acido. Man mano che la quantità di questo acido lattico diminuisce lentamente, il latte si rapprende gradualmente formando una delicata consistenza cagliata.Nella produzione di alcuni formaggi come il Philadelphia, la delicata cagliata viene tagliata per separare il siero dal caglio. Il formaggio viene poi scaldato per ottenere la corretta consistenza.A questo stadio, il basico processo di produzione del formaggio cremoso è completo. Altri ingredienti potrebbero essere aggiunti al formaggio come ad esempio: sale – per dare gusto al formaggio. Addensanti – per dare solidità al formaggio e evitare la separazione del siero.Gusti – Aglio e Erbe o Basilico potrebbero essere aggiunti al formaggio pronto prima dell’inserimento nella confezione.

10. Quanto tempo resiste il prodotto dopo averlo aperto?

Per gustare Philadelphia al meglio, deve essere consumato entro una settimana dall’apertura. Le mini vaschette sono una perfetta alternativa per utilizzare Philadelphia in una sola volta.

11. Posso congelare Philadelphia?

Purtroppo Philadelphia non può essere congelato poiché verrebbe meno la consistenza cremosa del formaggio, che perciò risulterebbe di qualità inferiore. Tuttavia, sia la cheesecake a caldo che a freddo possono essere congelate, sebbene è importante sottolineare che la consistenza della cheesecake scongelata potrebbe alterarsi.

12. Per che cosa posso utilizzare il Philadelphia?

Philadelphia è un formaggio estremamente versatile e può essere utilizzato in centinaia di ricette da leccarsi i baffi, molte delle quali sono su questo sito e nel nostro libro di cucina.Philadelphia si abbina perfettamente sia con piatti dolci che salati. Prova a mescolarlo con un po’ di glassa di zucchero per decorare una torta, spalmane una piccola quantità al posto della panna acida quando prepari le fajitas, o utilizzalo come salsa. Philadelphia offre gusti sia delicati che più forti. Prova ad aggiungere la delicatezza di Philadelphia a velluate, o per un curry più cremoso, aggiungi Philly con un bicchiere di latte. Philadelphia rende la salsa semplicemente deliziosa. Quando si mescola Philadelphia per fare una salsa, uniscilo con un po’ di liquido (es. latte o brodo) in un piccolo contenitore. Rimescolare regolarmente su fuoco leggermente caldo in modo da non lasciarlo bollire poiché potrebbe rapprendersi.CONSIGLIO: lascia che la quantità di prodotto necessaria per la ricetta sia a temperatura ambiente prima dell’utilizzo, è più semplice combinarlo con gli altri ingredienti.

13. Come posso realizzare una perfetta cheesecake con Philadelphia?

La ricetta della cheesecake presente su questo sito, vi aiuterà a creare gustosi dolci.La posizione migliore per una cheesecake con Philadelphia a caldo, è nell’ultima mensola del forno a gas. Qui il caldo è minore e si otterrà una cottura perfetta. Se si utilizza un forno elettrico, posizionare la torta nella mensola centrale del forno lontano dalle barre riscaldanti. Per realizzare una cheesecake con meno grassi, sostituire il Philadelphia classico con il Philadelphia Light, utilizzare uno spalmabile con pochi grassi adatto per cucinare al posto del burro, sostituire i biscotti normali con quelli a poco contenuti di grassi e servire decorando con frutta fresca.Clicca qui per scoprire 'Come realizzare la cheesecake perfetta con Philadelphia'.

14. Qual è la storia di Philadelphia – e chi l’ha inventato?

Un lattaio Americano William Lawrence fu il primo a produrre formaggio cremodo nel 1872. Egli distribuì il brand in fogli di alluminio dal 1880 con il nome di Empire Company. Lo chiamò Philadelphia poiché a quel tempo la città era considerata la casa del miglior cibo di qualità. Nel 1903, la Phenix Cheese Company di New York, acquisì il business e con esso il marchio Philadelphia. La produzione del brand incrementò quando Phenix si fuse con la Kraft Cheese Company nel 1928, e un nuovo metodo di produzione venne adottato. Il Philadelphia è oggi uno dei più famosi brand di formaggi bianchi cremosi nel mondo.